Partito della Res Publica Democratica

prima stesura del manifesto


Copyright © 28/02/46 Danilo D'Antonio - Some rights granted




Obiettivo Unico del Partito
la realizzazione del Principio Costituzionale
della Res Publica Democratica:

"... E' compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese ...".



Da quando queste parole furono scritte vi è stato un solo ma ancora insormontato ostacolo alla loro messa in opera: l'eredità feudal/monarchico/fascista (in una parola: tirannica) dell'assunzione a vita nel Pubblico Impiego.

Dopo la seconda guerra mondiale, nonostante la sopravvenuta democrazia, la vecchia struttura finto-pubblica d'epoca pre-democratica rimase praticamente immutata. Così si è conservata fino ai nostri giorni, causa il capillare apporto dei dipendenti pubblici assunti a vita od aspiranti tali, i quali hanno impedito l'evolvere della cultura e di conseguenza della società. Costoro, padroni di ogni aspetto della vita, dall'educazione alla giustizia fino alla politica (gli stessi politici rispetto a loro non contano nulla e spesso gli assunti a vita nel Pubblico fanno direttamente politica), hanno mantenuto l'Italia prigioniera di idee e leggi antiquate e fallaci al solo scopo di conservare impieghi, poteri e redditi a vita.

Il tiranno, investito dagli dei in persona (nelle figure dei loro rappresentanti in Terra) è padrone dello Stato e di esso fa quel che vuole, fidelizzando i suoi accoliti con donazioni ed incarichi a vita. In democrazia è il popolo che acquisisce la proprietà dello Stato e ne condivide beni ed impieghi partecipandovi rigorosamente a tempo determinato. Questa elementare ma fondamentale differenza ci è stata tenuta nascosta dai baroni e burocrati pubblici e l'Italia, l'Europa, il mondo sono rimasti in un sistema che agevola ogni genere di nefandezza.

Ecco perché l'unico scopo del Partito della Res Publica Democratica è quello di rendere l'Italia una vera Repubblica Democratica introducendo il tempo determinato in ogni Pubblico Impiego. Una volta realizzato lo scopo, l'impossibilità dello strapotere di cricche, gruppi e mafie di continuare a perpetuarsi e la ricchezza di vedute di ogni cittadino provvederanno a dissolvere agevolmente i problemi in ogni ambito della vita collettiva.

Il Partito della Res Publica Democratica non vuole imporre suoi convincimenti nei vari temi politici, così come invece ha fatto e fa ogni compagine politica che si è proposta agli Italiani. Intende invece conseguire l'unico dichiarato scopo di consegnare l'Italia nelle mani degli Italiani. Pur con decenni di ritardo, scusandoci per averci messo tanto tempo, siamo qui.

Raggiunto l'Obiettivo Unico di introdurre il tempo determinato in ogni Pubblico Impiego il Partito si auto-scioglierà.







DEMOCRAZIA = CONDIVISIONE DELLA RES PUBLICA




A R M O N I C A R O T A Z I O N E S O C I A L E
Copyright & ServiceMark Laboratorio Eudemonia. Alcuni diritti concessi
Sito Web attivo fin dal 29 - WebWorks by HyperLinker