L'istinto perdente di una sinistra
che non ha nemmeno capito da che parte sta la destra


Copyright © 47/05/04 Danilo D'Antonio - Alcuni diritti concessi





E' triste vedere una sinistra, tanti movimenti, social forum e quant'altro, tutti proiettati contro un capitalismo che invece gode sempre più d'ottima salute, per via del fatto che sinistra, movimenti, social forum etc. ancora non riescono a rendersi conto che a tenere in piedi quest'orrido sistema divora tutto c'è proprio quell'assunzione a vita nei pubblici impieghi (con conseguente fidelizzazione dei poteri amministrativi e giudiziari) in un modo tale che qualsiasi cricca, elite, lobby e mafia riesce tranquillamente a fare tutto ciò che vuole. Non potendo certo un voto differente cambiare le cose: tutt'al più da certe cricche, elite, lobby e mafie passeremmo ad altre.

Basti vedere l'ambientalismo (sarebbe a dire il fascismo dell'ambiente) che, appena affacciatosi al potere, s'è subito scatenato contro i deboli, contro cittadini e popolani privi di potere e di reale rappresentanza, manco lontanamente avvicinandosi a fermare le ingerenze sulla natura ad opera di enti pubblici ed imprese private.

La sinistra non riesce a capacitarsi che il pubblico impiego assegnato a vita è il fulcro del sistema contro cui combattono ed hanno sempre perso e perderanno. Tutte le cose più belle, la natura, l'equità, la giustizia, la libertà, la solidarietà, tutto quanto esiste al mondo di più bello è stato sacrificato sull'altare del posto fisso e della carriera nel pubblico impiego. Per salvaguardare il privilegio di quanti fra loro si sono accaparrati a vita un pezzo di BENE COMUNE (il più delle volte sappiamo tutti con quale corrotto sistema) ci ritroviamo ancora con un Potere Amministrativo e Giudiziario in mano ad acritici carrieristi piuttosto che a coinvolti cittadini.

E' il fascismo, bellezze. La "sinistra" non s'è minimamente resa conto d'essere la più convinta sostenitrice dell'apparato pubblico ereditato dal fascismo, teso a dominare il popolo a beneficio di ogni peggior puzzone. Se solo i cittadini sapessero che hanno pieno diritto di alternarsi a tempo determinato nei ruoli del Pubblico Impiego, del Potere Amministrativo e Giudiziario, proprio il periodico licenziamento essendo il fondamento della democrazia, il mondo cambierebbe dall'oggi al domani.

Ma alla sinistra, alla gente di sinistra, a comunisti, compagni, etc. tutto questo non importa un fallo. Preferiscono PERDERE contro il capitalismo piuttosto che mettere in circolazione impieghi e poteri pubblici. Preferiscono che il mondo si autodistrugga, preferiscono non avere la minima speranza, piuttosto che discutere di tutto ciò.







DEMOCRAZIA = CONDIVISIONE DELLA RES PUBLICA




A R M O N I C A R O T A Z I O N E S O C I A L E
Copyright & ServiceMark Laboratorio Eudemonia. Alcuni diritti concessi
Sito Web attivo fin dal 29 - WebWorks by HyperLinker