Una Liberazione ancora in cerca di Liberatori


Copyright © 47/04/25 Danilo D'Antonio - Alcuni diritti concessi





Non passa giorno che le innumerevoli ASSOCIAZIONI a scopo politico che esistono nel Paese trovino qualcosa da ridire sulla condotta del Governo di turno. Non importa chi c'è. Le ASSOCIAZIONI qualcosa da ridire lo trovano sempre. Se si tratta di Governi. Ma perché non hanno mai emesso un sol fiato, in tutto questo tempo, per denunciare l'abominio di un APPARATO PUBBLICO, di un POTERE AMMINISTRATIVO & GIUDIZIARIO, che non si sa in mano a chi è finito? Le ASSOCIAZIONI lamentano insoddisfazioni di continuo. Ma come possono ignorare ciò ch'è stato dichiarato un vero e proprio SISTEMA basato sull'ATTO CRIMINALE di scambiare voti per posti finto-pubblici fissi?

Che uno squallido ambiente si fosse formato, nell'arco dei trascorsi decenni, all'interno della nostra RES PUBLICA, un mare di gente venendo assunta nel PUBBLICO IMPIEGO con un ATTO di CORRUZIONE, secondo il diffuso SISTEMA del VOTO di SCAMBIO, è cosa più che risaputa e perfino ufficialmente riconosciuta. Chiaramente un tal brutto ambiente, dove la COSA PUBBLICA è considerata miniera da sfruttare fino al suo esaurimento, non può non essere percorso da un'ELICA di DNA CORROTTO che replica ovunque CORRUZIONE & DISONESTÀ. Ebbene: voi qui presenti avete mai visto una sola ASSOCIAZIONE ergersi a reclamare un cambiamento organizzativo radicale dei Pubblici Apparati?


Persone serie, persone per bene, interrogativi come questo se li devono porre. Perché sono proprio OMERTÀ del genere che ci fanno capire quanto valgano le ASSOCIAZIONI. Chi c'è dietro le ASSOCIAZIONI. Quali sono i loro scopi reconditi. In che direzione ci conducano zitte zitte le ASSOCIAZIONI. Quali che siano i benefici fini dichiarati.

Verità orripilante è che le ASSOCIAZIONI (ambientaliste, per i diritti, la legalità, la trasparenza, contro la corruzione, le mafie, etc. etc.) hanno preteso sostituirsi alla prima e fondamentale ASSOCIAZIONE che lega tutti noi italiani: la REPUBBLICA DEMOCRATICA. Tanta brutta gente, per evitare che i cittadini finissero per reclamare il sacrosanto diritto di alternarsi a tempo determinato negli impieghi della Repubblica, nei ruoli del Pubblico Impiego, hanno fatto nascere ASSOCIAZIONI su ASSOCIAZIONI allo scopo di arginare energie insoddisfate e ribelli che altrimenti avrebbero puntato decisamente su una partecipazione concreta alla vita pubblica. A conferma di ciò, in ognuna di queste ASSOCIAZIONI, che tengono i cittadini lontano dai poteri amministrativi e giudiziari, troveremo sempre dei carrieristi pubblici in ottima posizione.


Per colpa delle ASSOCIAZIONI negli ultimi 70 anni, mentre cambiavano generazioni di politici, i CARRIERISTI PUBBLICI continuavano ad occupare la nostra santa RES PUBLICA impedendone l'accesso ad altri, avendola trasformata in una esclusiva proprietà privata. I politici cambiano, i CARRIERISTI PUBBLICI restano, mantenendo la tirannide.

Verità meravigliosa è che a fare la democrazia è la TEMPORANEITÀ di ogni incarico pubblico, sia concesso per assunzione od elezione. Il PERIODICO LICENZIAMENTO di ogni pubblico dipendente, che sia assunto od eletto, non è un'opzione in democrazia ma la regola. Nessuno in democrazia può permettersi di incarnare a vita un pubblico potere.


Se un mare di gente, ignara del GRAN COMPLOTTO dei CARRIERISTI PUBBLICI, continua a festeggiare una Liberazione che mai è stata portata a compimento, chi vuol farsi nuovo Liberatore, allo scopo di liberare la santa RES PUBLICA d'Italia dai TIRANNI che la occupano, non ha che da reclamare un IMPIEGO PUBBLICO DEMOCRATICO: a tempo determinato.

Lasciamo perdere ogni brutta associazione, ignoriamole tutte, e riversiamo le nostre attenzioni e cure sull'unica ASSOCIAZIONE degna d'essere partecipata: la RES PUBLICA. Civilmente, legalmente, pacificamente, democratizziamo l'APPARATO PUBBLICO licenziando i CARRIERISTI PUBBLICI ed iniziando ad assumere con rigoroso MANDATO TEMPORANEO!







DEMOCRAZIA = CONDIVISIONE DELLA RES PUBLICA




A R M O N I C A R O T A Z I O N E S O C I A L E
Copyright & ServiceMark Laboratorio Eudemonia. Alcuni diritti concessi
Sito Web attivo fin dal 29 - WebWorks by HyperLinker