L'ingiusto carico della disobbedienza civile



Copyright © 22/01/43 Danilo D'Antonio - Alcuni diritti concessi




Di questi tempi in molti iniziano a pensare seriamente alla:



Disobbedienza civile

"La disobbedienza civile è una forma di lotta politica, attuata da un singolo individuo o più spesso da un gruppo di persone, che comporta la consapevole violazione di una precisa norma di legge, considerata particolarmente ingiusta, violazione che però si svolge pubblicamente, in modo da rendere evidenti a tutti e immediatamente operative le sanzioni previste dalla legge stessa." http://it.wikipedia.org/wiki/Disobbedienza_civile




Vi prego di rileggere queste parole e di meditarle un po' nella mente. Adesso chiediamoci: per quale motivo, se c'è una legge ingiusta, il CITTADINO si deve fare carico di una violazione, pur sapendo che andrà incontro ad una pena, mentre proprio gli ASSUNTI a VITA nei RUOLI PUBBLICI, che si trovano dappresso al potere ed hanno mille occasioni per far porre in discussione leggi errate, se ne astengono metodicamente, avendo pure la spudoratezza di giustificarsi dicendo: "ma che ci posso fare io, mica dipende da me"?

Non sono mai competenti, questi brutti personaggi che occupano a vita gli uffici della nostra amata Res Publica. Anzi, spesso e volentieri (pensate agli innumerevoli soprusi di cui siamo fatti oggetto noi cittadini) si mantengono ferocemente decisi ad applicare le leggi palesemente più ingiuste, anche quelle redatte su commissione dei vari potentati, quindi frutto velenoso di un atto di corruzione che andrebbe punito per legge.


Perché tutto questo?!

Chi si fa assumere a vita in un ruolo pubblico ripudia per sempre il RUOLO di CITTADINO ricoprendosi di un manto istituzionale che ebbe origine molto tempo prima dell'avvento dell'era democratica. Solo un perfido ideale politico, solo un antisociale meccanismo pre-democratico, può mantenere fedele un tizio, una tizia, a governi che letteralmente se ne fregano di fare ciò che più sono tenuti a fare: salvaguardare l'interesse della collettività e dei singoli dalle ingerenze e prepotenze dei più forti. Tutto questo si spiega con due sole parole: oligarchia tirannica.

Non solo in Italia ma dappertutto nel mondo, visto che l'Italia ha da sempre un indubbio ruolo guida in ambito internazionale, le Res Publiche dei vari Paesi sono mantentute prigioniere di organizzazioni di pretto stampo dispotico, nel nostro caso storicamente definibile fascista. Questo è successo per una causa precisa: TUTTO quanto riguarda la collettività era, ed è, in mano loro. Sono assunti e fidelizzati a vita nella scuola, nell'informazione, nella (in)giustizia, nella fiscalità, nella repressione pubbliche. Sono tutti di loro: ESSERI che si ritengono SUPERIORI avendo ripudiato l'umile ruolo di CITTADINO pur di garantirsi d'essere sempre dappresso ai, e benvisti dai, potenti.


Ordunque siano licenziati gli assunti a vita nei ruoli della RES PUBLICA! Entrino invece a TEMPO DETERMINATO, democraticamente, fraternamente, cittadini preparati e desiderosi di prestare servizio. Essi, più che alla carriera ed a mantenersi lo stipendo assicurato, baderanno, nel loro stesso interesse, agli interessi della collettività. Questo è un fattore determinante perché:


FIANCHEGGIATI DA CARRIERISTI SENEFREGHISTI,
I GOVERNI SCADONO IMMEDIATAMENTE NELL'AUTORITARISMO.

AVENDO INTORNO ATTENTI, COINVOLTI CITTADINI,
I GOVERNI S'INGEGNANO A DIVENIRE AUTOREVOLI.



Pacificamente, legalmente, civilmente questo è dunque il primo obiettivo di coloro i quali aborrono la violenza desiderando al contrario che un'era di equità e pace, interiore ed esteriore, si spanda per il mondo: LICENZIARE gli indifferenti statali, LICENZIARE i CARRIERISTI PUBBLICI, affidando la Res Publica ai coinvolti cittadini.







02/01/2012: Bari,74 anni, pensionato si getta dal balcone Inps chiedeva rimborso.
09/01/2012: Bari, 64 e 69 anni pensionati si suicidano in coppia.
12/01/2012: Arzachena, 39 anni commerciante tenta di asfissiarsi, viene salvato.
22/02/2012: Trento, 44 anni per i troppi debiti si getta sotto ad un treno…. è salvo.
25/02/2012: San Remo, 47 anni, elettricista si spara.
26/02/2012: Firenze, 65 anni, imprenditore si impicca.
02/03/2012: Ragusa, commerciante tenta di darsi fuoco.
02/03/2012: Pordenone, 46 anni, magazziniere si suicida.
09/03/2012: Genova, 45 anni disoccupato, sale su un traliccio della corrente.
09/03/2012: Taranto, 60 anni, commerciante trovato impiccato.
10/03/2012: Torino, 59 anni, muratore si da fuoco.
14/03/2012: Trieste, 40 anni, appena disoccupato si da fuoco.
15/03/2012: Lucca, 37 anni, infermiera ingerisce acido.
21/03/2012: Lecce, 29 anni, artigiano si impicca.
21/03/2012: Cosenza, 47 anni, disoccupato si spara.
23/03/2012: Pescara, 44 anni, imprenditore si impicca.
27/03/2012: Trani, 49 anni, imbianchino disoccupato si getta dalla finestra.
28/03/2012: Bologna, 58 anni, si da fuoco davanti all’Agenzia delle entrate.
29/03/2012: Verona, 27 anni, operaio si da fuoco.
01/04/2012: Sondrio, 57 anni, perde lavoro, cammina sui binari, salvato in tempo.
02/04/2012: Roma, 57 anni, corniciaio, si impicca.
03/04/2012: Catania, 58 anni, imprenditore si spara.
03/04/2012: Gela,78 anni pensionata si getta dalla finestra, riduzione della pensione.
03/04/2012: Roma, 59 anni, imprenditore, si spara con un fucile.
04/04/2012: Milano, 51 anni, disoccupato si impicca.
04/04/2012: Roma, Imprenditore si spara al petto col fucile.La sua azienda stava fallendo.

Elenco presente in vari siti in Internet.



Queste persone non erano forse tutte dei semplici cittadini? V'era un solo CARRIERISTA PUBBLICO tra loro? Evitiamo la disobbedienza civile e tantomeno lasciamoci prendere dalla disperazione. Iniziamo anzi a gioire. Perché il tempo dei CARRIERISTI PUBBLICI è fernuto e scomparendo essi ogni ingiustizia, ogni sopraffazione sarà evitata! Impegnamoci per cacciarli via tutti, pacificamente, legalmente, civilmente, e la sofferenza sparirà una volta per sempre dal Pianeta.







A R M O N I C A R O T A Z I O N E S O C I A L E
Copyright & ServiceMark Laboratorio Eudemonia. Alcuni diritti concessi
Sito Web attivo fin dal 29 - WebWorks by HyperLinker