La cultura religiosa è atea


Copyright © 10/07/44 Danilo D'Antonio - Some rights granted




Quelle comunente chiamate "religioni" sono in realtà dei culti ai quali in certi casi è stata aggiunta una dose, più o meno scarna, di cultura religiosa. Quest'ultima consiste in conoscenze e pratiche atte a sviluppare l'armonia e l'unione tra le persone e tra queste e quello che avanza dell'Universo. La cultura religiosa è rigorosamente ATEA. Nel momento in cui vi appare un dio od un oggetto di culto essa cessa di essere religiosa, unificatrice, salvifica, ed avvia un processo di divisione, contrasto e separazione. Di dissoluzione.

Questo perché il culto accomuna ed aggrega molti intorno a sè ma proprio questa attenzione monopolizzatrice disunisce e separa dal resto del mondo. La cultura religiosa al contrario è esattamente ciò che permette la formazione ed il mantenimento della società. Le Carte Costituzionali sono frutto proprio di questa cultura.

E non a caso è sempre la cultura religiosa a spiegarci come impostare una corretta:


Ridefinizione del Patto Sociale

e come nascono e:

Come evitare le guerre civili


Quando vediamo risse politiche rendiamoci conto che viviamo da sempre in società in preda alla più grande confusione, in cui i culti vengono accostati al concetto di religione con il sostegno della baronìa "educativa" che, per interessi propri, per non cadere in disgrazia dicendo la verità, permette al mondo di affogare nella sua ignoranza. Eppure oggi, recuperando con pazienza grazie ad Internet i pezzi dispersi, logori e sporchi di una complessiva verità massacrata da ogni genere di mafia, possiamo, liberi da programmi di studio baronali, sviluppare infine una cultura coerente con se stessa e società religiose: che uniscano invece di dividere.

L'ateo da quattro soldi punta sempre lo sguardo sui culti ed i loro preti, per invalidarli e dimostrarne la stupidità. Compito dell'ateo coi controc***i è quello di ignorare culti e preti e sviluppare i concetti di una cultura autenticamente religiosa, quindi rigorosamente atea. Allo scopo di evitare alla società la sua fine.


C'è un gran lavoro da fare, un lavoro che tante illustri menti del passato non poterono compiere e per questo scomparvero nella disperazione. Oggi i cercatori di verità, coloro che hanno sempre sospettato che il mondo potesse essere non semplicemente migliore ma propriamente perfetto, come un computer od una stazione orbitale, hanno l'incommensurabile opportunità (càpita una sola volta nella Storia di un Pianeta!) di portare alla luce quanto ci è stato nascosto in ogni branca dell'umanesimo: dalla filosofia alla politica fino alla religione.

Allo scopo di rivelare il significato autentico ed assonante di parole come DEMOCRAZIA, LAICITA', RELIGIONE.

Per beneficiarne l'intera umanità.







Culti e religione

Laicità: siamo sicuri di sapere cos'è?

La laicità della Repubblica

Una cultura religiosa soppianti le superstizioni





A R M O N I C A R O T A Z I O N E S O C I A L E
Copyright & ServiceMark Laboratorio Eudemonia. Alcuni diritti concessi
Sito Web attivo fin dal 29 - WebWorks by HyperLinker