Il controllo: combatterlo o vincerlo?



Copyright © 09/06/44 Danilo D'Antonio - Alcuni diritti concessi




Per l'ennesima volta guai, derivanti dalla inadeguatezza di sistemi sociali risalenti ad oltre un secolo fa, vengono scambiati per errori e trattati come fossero fatti occasionali. Invece di capire, una buona volta, che abbiamo a che fare con un arcaico disegno della società, che non può che produrre in continuazione sciagure d'ogni tipo, si affronta ancora il controllo come fosse un irripetibile, maldestro errore dei sistemi.

L'ipnosi di massa in cui è caduta l'Umanità ha avuto una genesi ed attori difficili da evitare, da mettere in discussione. E' però tempo che persone ragionevoli e raziocinanti notino l'errore madornale, di combattere aggressioni (come appunto il controllo) da parte di sistemi rimasti com'erano quando nacquero ai tempi delle monarchie senza decidersi a cambiarli, non perdendo un altro solo minuto oltre il mezzo secolo già buttato via.


Saltiamo tutti i passaggi, per altro linkati a piè di email, ed arriviamo direttamente alla sintesi:


Il tipo di pubblici dipendenti
(che attorniano un governo ed adempiono ai suoi ordini)
influenza in modo determinante l'operato del governo stesso:

fiancheggiati da acritici statali,
o da operatori privati para-statali,
i governi scadono nell'AUTORITARISMO,

avendo attorno coinvolti cittadini,
ché partecipano a tempo determinato,
i governi assurgono all'AUTOREVOLEZZA.



Chi ha il desiderio di vivere in società completamente diverse da questi obbrobri, chi ardentemente spera che le cose non si limitino a migliorare ma inizino propriamente a girare come devono, faccia adeguato spazio nella sua mente per farvi entrare, belli comodi, operativamente a loro agio, i due Principi della Democrazia.

La Democrazia non è quella camuffata tirannia cui siamo stati lungamente addomesticati a scuola, università ed associazioni e che ancora oggi vediamo far danni ovunque nel mondo. La Democrazia è una funzionale organizzazione della società basata sul (ed imprenscindibile dal) coinvolgimento e rispetto dei suoi singoli componenti:

  1. quanto di pertinenza e proprietà della Collettività va CONDIVISO,
  2. quanto di pertinenza e proprietà della Persona va RISPETTATO.

Il Pubblico Impiego è parte determinante di quella Res Publica per conquistare la cui sovranità in molti persero la vita. Il senso primo ed ultimo della Democrazia sta appunto nella condivisione (nella partecipazione a tempo determinato) di TUTTI i pubblici incarichi, da quelli più umili a quelli di più elevato rango, della Res Publica.

"Licenziare" gli assunti a vita (o precari aspiranti tali) nel settore finto-pubblico non solo NON è peccato ma è doveroso. Perché è proprio nel periodico rinnovo degli incarichi pubblici che si configura la Democrazia. Proprio sostituendo ai tirannici figuri statali democratici cittadini che si alternano, questi conosceranno il rispetto.


Capiamolo ordunque: a che pro portare avanti insipide scaramucce che, invece di buttarli giù, ossequiano i sistemi tirannici ed i loro dispotici membri contribuendo a mantenerli al potere? Non ci facciamo ingannare oltre dai "professionisti", siano essi statali od operatori privati. Alcuni professionisti fingono di esser dalla nostra parte ma in realtà avallano il marcio sistema di cui son parte limitandosi ad un'azione di superficie, ad un maquillage che sempre nasconde la orripilante faccia di un'estesa tirannide spacciata per Democrazia.

Non essendoci ancora un collegamento neuronale diretto tra noi umani, ben sapendo che trasmettere consapevolezze (entità ben diverse dalle informazioni) richiede passione e tempo, non mi resta che invitarvi ad esplorare il sito linkato qui sotto. In pochi giorni di studio e riflessione recupererete lunghi decenni dissipati in politiche finto-alternative, ché costantemente pilotate da membri del sistema spacciantisi per amici/compagni.


Liberiamo la Res Publica d'Italia, d'Europa, del mondo intero dai tiranni!

Finisca in un museo il SISTEMA CHIUSO e PROPRIETARIO in mano agli assunti a vita.
Emerga e s'affermi invece il SISTEMA PUBBLICO APERTO e CONDIVISO dai cittadini.





Lettera informativa sull'inganno pubblico

Principio legale del Pubblico Impiego Democratico

Un indicatore unico di democrazia




A R M O N I C A R O T A Z I O N E S O C I A L E
Copyright & ServiceMark Laboratorio Eudemonia. Alcuni diritti concessi
Sito Web attivo fin dal 29 - WebWorks by HyperLinker