Meccanismi ignoti delle privatizzazioni



Copyright © 10/04/43 Danilo D'Antonio - Alcuni diritti concessi




Capita a volte di osteggiare qualcosa
senza renderci conto dei modi
in cui noi stessi favoriamo
proprio ciò che non ci è gradito.



Un esempio d'attualità: la simpatia degli ambientalisti per l'obbligo certificativo dell'energia consumata negli edifici favorisce un complessivo disegno politico di privatizzazione del bene comune. Accettando il sistema delle certificazioni, si agevola la strategia politica sottesa alle privatizzazioni.

Riformulo per chiarire: la certificazione energetica è parte di un gigantesco pacchetto di norme ed ampie strategie tese a PRIVATIZZARE praticamente tutto. Proprio perché i Governi intendono ridurre ancor più il settore economico pubblico, concepiscono norme che poi le imprese private sono tenute a rispettare.


La coibentazione è certamente un bene, nessuno può dire il contrario. Ma è il cosiddetto Stato a dover fornire il buon esempio. La Funzione Pubblica, partecipata a turno da cittadini preparati, costruisca/recuperi tante case, così belle, buone ed economiche, da costringere le imprese private a fare di meglio, se vogliono sopravvivere. Se invece si mantiene il vecchio improduttivo/impositivo apparato pubblico in mano agli statali, del quale le certificazioni sono somma espressione burocratica, lo Stato continuerà a non produrre nulla e finirà per divorare e svendere tutto il nostro bene comune, immobiliare e d'altro tipo. E le certificazioni non ci salveranno dallo strapotere delle imprese private, le quali, non avendo alcun competitor reale, troveranno il modo per fare i loro più spinti comodi.


Son dunque qui ad invitare a seguire il seminario linkato. Un associazionismo improntato al ripetere, ripetere, ripetere, quello che baroni universitari, accaparratori della nostra santa Res Publica, ha per decenni inculcato nella mente di innumerevoli ingenui membri, ci ha tolto a lungo la sana disciplina di osservare e riflettere ognuno coi nostri propri occhi ed usare la mente come fonte di un pensiero genuino. Interrompiamo questa fase calante del destino umano e diamoci da fare, ognuno per proprio conto, per scoprire i tanti meccanismi ignoti che hanno permesso si realizzasse proprio ciò che mai avremmo voluto.


Cordiali saluti,



Danilo D'Antonio



SEMINARIO SULLA
CERTIFICAZIONE ENERGETICA:
COME LIBERARCENE






A R M O N I C A R O T A Z I O N E S O C I A L E
Copyright & ServiceMark Laboratorio Eudemonia. Alcuni diritti concessi
Sito Web attivo fin dal 29 - WebWorks by HyperLinker